50 Cent Blood on the Sand: alcune idee sono state pensate dal figlio del rapper

di

50 Cent Blood on the Sand era un action game di media caratura, realizzato per sfruttare l'onda lunga del successo di Curtis Jackson, all'epoca uno dei rapper più famosi del mondo. Sull'ultimo numero di EDGE, gli sviluppatori hanno raccontato alcuni retroscena sullo sviluppo del progetto.

In particolare, il direttore di produzione Ian Flatt svela come alcune sezioni siano state inserite solamente per accontentare il figlio di 50 Cent, all'epoca bambino di sette anni. Il team di sviluppo si recò a casa di 50 per mostrare all'artista una build del gioco, durante l'incontro si presentò anche il piccolo, il quale prese subito in mano il joypad e iniziò a provare il titolo.

Dopo qualche minuto di gioco, il bambino si lamentò per la mancanza di sparatorie a bordo di elicotteri così il premuroso padre obbligò gli sviluppatori a inserire queste sezioni. Il risultato finale fu un vero disastro, come confermato da Flatt: "alla fine, posso dire che è stata una tragedia, abbiamo dovuto riscrivere parti del codice e implementare qualcosa che non avevamo assolutamente previsto. Ma come potevamo deludere il figlio di sette anni di uno dei rapper più influenti del mondo?"

Quanto è interessante?
0

Altri contenuti per 50 Cent: Blood on the Sand