Activision Blizzard: le reazioni dei dipendenti dopo l'acquisizione da parte di Microsoft

Activision Blizzard: le reazioni dei dipendenti dopo l'acquisizione da parte di Microsoft
di

La mega acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft ha ovviamente fatto parlare molto non solo il pubblico dei videogiocatori ma anche gli stessi dipendenti della compagnia, per l'occasione Jason Schreier ha raccolto alcune testimonianze sulle sensazioni emerse dopo l'annuncio della nuova proprietà.

Il giornalista di Bloomberg (ex Kotaku) fa sapere di aver sentito alcuni suoi contatti all'interno di Activision Blizzard, in linea generale i dipendenti sembrano essere contenti e sicuramente ottimisti riguardo un cambiamento ai piani alti, sperando che questo possa portare ad un cambiamento della cultura del lavoro in Activision, basandosi sul modello positivo di alcuni studi di proprietà Microsoft.

Activision e Microsoft sembrano avere piani ben precisi, al termine della transazione (che potrebbe concludersi non prima di giugno 2023) tutte le operazioni della compagnia faranno capo a Phil Spencer (Presidente del nuovo gruppo Microsoft Gaming) mentre Bobby Kotick non sarà più CEO di Activision.

Proprio il trattamento riservato a Kotick sembra aver acceso gli animi all'interno dell'azienda, secondo un report di Bloomberg, Bobby continuerà come detto a guidare Activision nel ruolo di CEO fino a quando l'acquisizione non sarà conclusa, solo a quel punto sarà libero di andarsene e in ogni caso a quanto pare godrà di una buonuscita piuttosto sostanziosa superiore ai 350 milioni di dollari.

Quanto è interessante?
7