Activision: licenziato un dipendente che firmava da anni le mail con frasi oscene

Activision: licenziato un dipendente che firmava da anni le mail con frasi oscene
di

Sulla scorta delle polemiche scatenate dal caso molestie di Activision Blizzard e dalle richieste di dimissioni del CEO Bobby Kotick, il Wall Street Journal ha tenuto un podcast per segnalare il ritardo con cui l'azienda ha preso provvedimenti contro un dipendente che firmava le mail con frasi sessualmente allusive.

Nel raccontare questo increscioso fatto, la reporter Kirsten Grind ha ritenuto opportuno sottolineare come la cultura maschilista e "da confraternita" pervada l'intero tessuto aziendale e lavorativo di Activision Blizzard, al punto tale da rendere normali le attività condotte da chi, come il dipendente appena citato, non si è fatto alcuno scrupolo nel chiudere ogni sua mail con un osceno "1-800-ALLCOCK".

Il caso citato da Grind rientra nel novero dei rapporti investigativi condotti dalle autorità della California per far emergere tutti i potenziali casi di cattiva condotta le eventuali attività di insabbiamento che le alte sfere di Activision Blizzard potrebbero aver svolto nel corso degli anni. A detta della giornalista del WSJ, "c'è stato questo esempio di un dipendente Activision che per anni ha firmato tutte le sue mail aziendali con 1-800-ALLCOCK. Vi sembra normale che ogni dipendente donna dovesse essere costretta a ricevere questo genere di email e a sottostare a questi comportamenti? E invece no, per loro si trattava di ragazzate, ci scherzavano su".

Sempre in base alla ricostruzione degli eventi fornita dalla reporter del Wall Street Journal, i vertici di Activision avrebbero deciso di prendere provvedimenti contro questo dipendente solo da questa estate, dopo aver ricevuto un reclamo e a seguito di un'indagine interna che si è protratta per circa un mese fino a giungere al suo definitivo licenziamento.

La responsabile delle comunicazioni di Activision Blizzard, Helaine Klasky, è intervenuta ai microfoni di Kotaku per sottolineare come "il nostro team ha aperto un'indagine dopo aver ricevuto una segnalazione relativa all'utilizzo di questo numero di telefono e ha licenziato il dipendente a conclusione dell'indagine". Dalla rappresentante di Activision Blizzard non è però giunta alcuna conferma o smentita alle dichiarazioni della redattrice del WSJ sugli anni richiesti per poter prendere provvedimenti contro questo dipendente anonimo.

FONTE: Kotaku
Quanto è interessante?
4