Age of Empires 4 guida alle civiltà: bonus e unità speciali

Age of Empires 4 guida alle civiltà: bonus e unità speciali
di

Il nuovo capitolo della serie RTS in esclusiva Microsoft è finalmente disponibile. I numerosi appassionati della saga si stanno già adoperando per studiare le tattiche migliori di ciascuna civiltà del gioco per riuscire a vincere in modalità Schermaglia di Age of Empires 4.

Nel momento in cui scriviamo, all'interno di Age of Empires 4 sono presenti otto differenti civiltà appartenenti all'epoca storica dell'alto medioevo, tutte ben caratterizzate e diversificate l'una dall'altra sia dal punto di vista estetico, sia in termini di meccaniche di gioco. La presenza di numerose fazioni differenti offre ai giocatori la possibilità di sperimentare strategie ed esperienze di gioco sempre diverse ad ogni partita, ma al contempo richiede molte ore di gioco prima di scoprire ogni dettaglio di ciascuna fazione. La nostra guida può però esservi molto utile nella fase iniziale di questo processo, illustrandovi le caratteristiche peculiari di base di ciascuna delle otto civiltà del gioco.

Inglesi

Con 1 stella su 3, gli inglesi sono classificati come una delle fazioni più semplici da giocare, almeno sulla carta, ed è quindi adatta ai nuovi giocatori. La fazione inglese può contare su bonus alla produzione di cibo tramite la costruzione di fattorie, e bonus alla velocità d'attacco per tutte le unità che si trovano nel raggio di influenza di strutture come fortezze, avamposti e centri cittadini, caratteristica che rende questa civiltà adatta a svolgere compiti difensivi. L'unità speciale degli inglese è l'arciere con arco lungo, più forte dei normali arcieri e in grado di costruire in qualunque momento palizzate per resistere alle cariche di cavalleria e fuochi da campo, così da recuperare salute nel tempo. Infine, gli inglesi sono in grado di reclutare soldati d'avanguardia fin dalla prima era.

Cinesi

I cinesi, classificati con 3 stelle di difficoltà su 3, godono di grossi bonus alla velocità di costruzione degli edifici e la possibilità di costruire entrambi i luoghi storici di ciascuna era. Così facendo i cinesi si trasformano in una dinastia, ottenendo ulteriori bonus dedicati e la possibilità di costruire edifici altrimenti non disponibili. Inoltre, gli edifici economici di questa fazione generano automaticamente oro con il passare del tempo. I cinesi possono reclutare due tipi di unità speciali: l'Ufficiale Imperiale e il Nido di Vespe. Il primo è un'unità civile in grado di riscuotere l'oro generato dagli edifici, il secondo è un'unità militare che spara raffiche di frecce infuocate in grado di infliggere ingenti danni ad area.

Sultanato di Delhi

La più grande peculiarità di questa fazione è legata alle tecnologie, che per il sultanato di Delhi sono tutte gratuite ma anche molto più lente da sviluppare. Per velocizzare il processo di ricerca potete costruire gli edifici Moschea e Madrasa, che aumentano la velocità di ricerca di tutti gli edifici nella loro area di influenza in base al numero di unità Studioso (l'equivalente dei monaci) collocate al loro interno. L'unità speciale del sultanato di Delhi è l'elefante da guerra, un'unità militare estremamente resistente ed utile per assediare le mura nemiche o per creare presidi difensivi. Tutte le unità militari di questa civiltà hanno poi la capacità di creare edifici difensivi direttamente sul campo fin dalla prima era di gioco.

Dinastia Abbaside

Questa fazione, caratterizzata da 2 stelle di difficoltà su 3, è in grado di costruire un edificio unico chiamato Sala della Saggezza, la quale può poi essere espansa con quattro ali diverse, ciascuna dedicata ad uno dei seguenti ambiti: Cultura, Economia, Militare, Commercio. Ogni ala della Sala che costruirete vi permetterà di ricercare tecnologie uniche specifiche, oltre a farvi avanzare all'era successiva. Infine, creare strutture all'interno dell'area di influenza della Sala della Saggezza contribuirà all'inizio dell'età dell'oro, uno status unico della fazione che vi permetterà di ottenere diversi bonus aggiuntivi. Le unità uniche della dinastia Abbaside sono i guerrieri a cammello e gli arcieri a cammello, molto costose ma estremamente efficaci contro la cavalleria e la fanteria con lancia nemiche.

Francesi

Come gli inglesi, anche i francesi sono classificati con 1 stella di difficoltà su 3 e risultano adatti per i nuovi giocatori. Questa fazione ottiene un bonus progressivo alla produzione di abitanti ed esploratori, oltre ad una riduzione del costo di costruzione dei depositi di risorse e di ricerca. Inoltre, i francesi sono l'unica fazione che è in grado di ottenere tutti i tipi di risorse dal commercio in aggiunta al classico oro. Per quanto riguarda il lato militare, i francesi ottengono una riduzione del costo di creazione delle unità di cavalleria e a distanza, addestrate in edifici che si trovano all'interno dell'area di influenza di una fortezza. Le unità speciali di questa civiltà sono:

  • Cavaliere Reale, una cavalleria estremamente potente
  • Arbalétrier, un'unità a distanza efficace contro i nemici corazzati
  • Cannone Francese, definita come l'arma d'assedio più potente del gioco
  • Galea

Sacro Romano Impero

Questa fazione, che vanta 2 stelle su 3, basa le sue meccaniche su potenti unità militari e religiose. Gran parte dello stile di gioco del Sacro Romano Impero si basa infatti sul Prelato, un'unità religiosa in grado di ispirare i civili (aumentandone la produzione) ed i militari (migliorandone le capacità in combattimento). Il Prelato può anche conquistare luoghi sacri, raccogliere reliquie, curare e convertire unità come i religiosi delle altre fazioni. Tra le altre peculiarità, la possibilità di riparare automaticamente le strutture vicine al centro cittadino e di reclutare militari di fanteria estremamente resistenti. L'unità esclusiva è il Lanzichenecco, un soldato di fanteria corpo a corpo con scarsa armatura ma in grado di infliggere ingenti danni ad area.

Mongoli

La civiltà dei mongoli, classificata con 3 stelle di difficoltà, è diversa da tutte le altre. Essendo una fazione tipicamente nomade, i mongoli possono spostare in qualsiasi momento tutti gli edifici costruiti e non hanno bisogno di creare case poiché iniziano il gioco con il limite massimo di popolazione già sbloccato. In generale, tutte le meccaniche tipiche del gioco vengono rivoluzionate con i mongoli, che possono costruire edifici che producono risorse automaticamente ma non possono costruire strutture difensive. Questa civiltà va quindi utilizzata per creare scompiglio nei ranghi avversari con continue incursioni e ritirate, sfruttando la potente e veloce cavalleria mongola disponibile fin dalla prima era di gioco; inoltre, incendiare e distruggere edifici nemici fornisce un bonus in oro e cibo. L’unità unica dei mongoli è il Mangudai, un tipo di arciere a cavallo che può sparare in movimento e risulta ottimo per tenere sempre sotto pressione il nemico, richiedendo però un gran lavoro di gestione delle singole unità per essere davvero efficace.

Rus

Con 2 stelle di difficoltà su 3, la civiltà dei Rus ottiene bonus in oro progressivi cacciando gli animali selvatici e costruendo capanni di caccia nei pressi delle foreste. Un’altra particolarità di questa fazione riguarda l’impossibilità di costruire difese di pietra, caratteristica controbilanciata dalla presenza di fortificazioni in legno molto più resistenti di quelle delle altre fazioni. I Rus possono contare su due unità uniche: i Preti Guerrieri e gli Strelzi. I primi sono monaci a cavallo in grado di combattere, i secondi invece combattono a distanza con armi da fuoco e risultano più economici ma più potenti dei normali cannonieri.

Nel caso in cui vogliate saperne di più sul nuovo strategico in tempo reale di Microsoft, vi rimandiamo alla nostra recensione di Age of Empires 4. Online trovate anche i trucchi di Age of Empires 4 per PC.

Quanto è interessante?
3