E3 2018

All'E3, Sony ha voluto evitare di fare una conferenza "superficiale"

di

Fra le tante conferenze avvenute nei giorni scorsi in occasione dell'E3 di Los Angeles, quella tenuta da Sony è stata abbastanza anomala per la storia della compagnia.

Il cambio dello stile adottato, questa volta più intimistico e concentrato principalmente su quattro esclusive di notevole peso, è stato giustificato dalle parole di Michael Denny di Sony Worldwide Studios.

"In PlayStation, ci piace fare le cose in maniera differente, spingere i limiti in diverse direzioni", sono state le sue dichiarazioni. "Questa volta abbiamo preferito porre l'attenzione su quattro grandi esclusive e concedere uno sguardo approfondito su queste. Nel passato, credo che le conferenze possano essere risultate un po' superficiali, dal momento che passavano semplicemente da un gioco all'altro. Si è trattato di un approccio diverso. Ha riguardato il lasciare che i giochi parlassero per sé stessi".

Voi cosa ne pensate? Avete apprezzato lo stile della conference Sony di quest'anno, o avreste preferito un approccio più classico, con più giochi da mostrare ma con analisi meno approfondite?

Quanto è interessante?
17