di

Tra i tanti sviluppatori che stanno testando i tool della fase Early Access di Unreal Engine 5 potevano mai mancare i ragazzi di SimulaM? Gli autori di I Am Jesus Christ hanno deciso di saggiare le potenzialità tecnologiche del nuovo motore grafico di Epic e scoperto che il sistema Nanite "fa davvero miracoli"!

Più che un aggiornamento sullo sviluppo di I Am Jesus Christ dopo l'immancabile video di Pasqua, quello di SimulaM è perciò un esperimento che il team sta conducendo per familiarizzare con i poliedrici strumenti integrati in UE5, a cominciare appunto dal sistema Nanite.

Utilizzando questa particolare tecnica, gli autori di I Am Jesus Chris contano infatti di aumentare in maniera sensibile il numero di oggetti renderizzati a schermo grazie alla tecnica elaborata da Epic che, lo ricordiamo, consente ai designer di far gestire alla GPU tutti i livelli di dettaglio senza sovraccaricare il sistema, neanche in presenza di asset composti da milioni di micropoligoni.

Nel filmato d'esempio confezionato da SimulaM si possono notare anche i primi esperimenti con l'altra grande novità dei tool dell'ultimo motore grafico di Epic, ovvero il sistema Lumen di UE5 deputato alla gestione dell'illuminazione dinamica.

Per un approfondimento ulteriore sul nuovo engine multipiattaforma, vi rimandiamo a questo articolo che tratta il sistema di upscaling Temporal Super Resolution di Unreal Engine 5.

Quanto è interessante?
2