di

L’epopea di Joel ed Ellie narrata in The Last of Us, così come nel remake in arrivo su PS5 (e in seguito anche su PC) il prossimo 2 settembre 2022, si sviluppa lungo l’arco di quattro stagioni. Il loro viaggio si apre infatti nel bel mezzo dell’estate e si conclude la primavera successiva, ma quando è ambientata esattamente l’opera di Naughty Dog?

La tremenda pandemia da Cordyceps (il fungo parassita che infesta il mondo di The Last of Us) che fa da sfondo all’esperienza ha inizio nel 2013, quando il micete aggressivo subisce una mutazione che lo porta a infettare il primo essere umano. I giorni successivi vedono la minaccia diffondersi globalmente e a macchia d’olio a partire dal Sud America, fino a raggiungere gli Stati Uniti durante il mese di settembre. La notte fra il 26 e il 27 settembre 2013, l’apocalisse cala sulla città di Austin, in Texas, sconvolgendo definitivamente la vita di Joel Miller. A prologo terminato, invece, i giocatori si ritrovano catapultati nel 2033, ben vent’anni dopo l’inizio dell’inferno.

Nel caso voleste saperne di più su cosa aspettarsi da questo remake, ecco la nostra anteprima di The Last of Us Parte I che, oltre ad analizzare quanto mostrato fino ad oggi, ripercorre la strada fatta da un dei giochi PlayStation più iconici ed amati di sempre.

Quanto è interessante?
6