Xbox: Hi-Fi Rush e Pentiment presto su PS5 e Switch, Sea of Thieves entro fine anno?

Xbox: Hi-Fi Rush e Pentiment presto su PS5 e Switch, Sea of Thieves entro fine anno?
di

La sera di giovedì 15 febbraio potremo assistere a uno dei momenti più importanti della storia delle console Microsoft (e non solo)? In vista del Podcast sul Futuro di Xbox, il giornalista Tom Warren si riallaccia ai rumor e alle indiscrezioni delle fonti anonime per ipotizzare gli annunci di questo briefing.

Il Senior Editor di The Verge, tra le voci più autorevoli del giornalismo videoludico, prova quindi a destreggiarsi tra gli infiniti rumor e leak di sedicenti 'gole profonde' che sono rimbalzati in rete in questi ultimi giorni per elencare quelli che, a suo giudizio, potrebbero essere gli annunci più probabili di questo importante podcast con protagonisti Phil Spencer, Sarah Bond e Matt Booty.

Stando a quanto sostenuto da Warren, dal briefing della casa di Redmond dovrebbe giungere la conferma dell'arrivo dei giochi Xbox su PS5 e Switch, anche se in maniera graduale e attraverso la strategia, in verità già delineata a più riprese da Microsoft, che prevede l'analisi 'caso per caso' dei titoli dell'enorme portafoglio di IP Xbox Game Studios, Bethesda, Activision e Blizzard da proporre in multipiattaforma.

I primi videogiochi che, secondo Tom Warren, sarebbero destinati ad arrivare su PlayStation 5 e Nintendo Switch sarebbero Hi-Fi Rush e Pentiment, con Sea of Thieves previsto 'più avanti nel 2024' insieme ad altri titoli non ancora svelati.

A detta del giornalista di The Verge, la strategia multipiattaforma di Microsoft potrebbe assicurare al team Xbox i fondi e gli investimenti necessari a garantire la sostenibilità a lungo termine dell'intero ecosistema di prodotti e servizi videoludici del colosso americano, specie in funzione della crescita a rilento di Xbox Game Pass. Per Warren, però, questa strategia potrebbe essere controproducente e molto rischiosa, a causa della percezione della community di un 'abbandono di Xbox' da parte di Microsoft determinato proprio dall'arrivo delle IP verdecrociate su sistemi PlayStation e Nintendo.

Proprio in ragione di questa 'arma a doppio taglio' rappresentata dall'annuncio dell'arrivo dei giochi Xbox su PS5 e Switch, Warren ritiene che il briefing fissato da Phil Spencer per il 15 febbraio debba fare necessariamente da sfondo a un qualche tipo di annuncio sull'hardware nextgen di Xbox, o comunque alla conferma della progettazione di una nuova famiglia di console Xbox. Lo stesso editorialista di The Verge, d'altronde, ritiene del tutto infondati i timori sulla morte delle console Xbox dopo Series X|S, in ragione degli investimenti miliardari compiuti dall'azienda americana e della necessità di supportare il Game Pass come parte integrante, e inscindibile, dell'ecosistema Xbox.

In chiusura della sua analisi, Warren guarda alla community e si chiede "se potremo giocare ai titoli Xbox ovunque, inclusi PC, cloud, Nintendo Switch e PS5, allora perché la gente dovrebbe possedere in futuro una console Xbox? È questa la grande domanda a cui Microsoft dovrà rispondere giovedì". E voi, cosa ne pensate al riguardo? Fatecelo sapere con un commento!