Arrivano nuove polemiche dai dipendenti GameStop: "non siamo un asilo nido"

Arrivano nuove polemiche dai dipendenti GameStop: 'non siamo un asilo nido'
di

Non si placano le polemiche intorno al mondo di GameStop, che già risente parecchio delle perdite del flop comemrciale del marketplace NFT. Ad oggi, infatti, bazzicano in rete numerosissime lamentele del personale della celebre catena di negozi di videogiochi, in merito alla pratica del cosiddetto GameStop Daycare.

Con quest'ultimo termine facciamo riferimento ad una serie di singolari casi che avvengono, tra le mura dei GameStop di tutto il mondo, sin dal 2016: molti genitori, infatti, usano quei locali per lasciare incustoditi i propri giovanissimi figli. In realtà, tuttavia, non sono del tutto abbandonati, se così possiamo dire: infatti, all'interno dei negozi, vi sono i commercianti i quali, secondo un'ottica poco sana, ritengono che i commessi possano fungere da babysitter gratuiti.

Se di per sé la notizia è alquanto stravagante e assurda, a renderla ancora più surreale vi sono una serie di aneddoti raccontati dagli stessi dipendenti: "C'è stato un caso in particolare", afferma un dipendente, "nel quale una donna è entrata nel negozio e mi ha chiesto se potesse lasciare i suoi bambini per andare dal parrucchiere". Alla risposta dell'impiegato, il quale ha riferito alla signora che si tratta di uno spazio adibito alla vendita, questa non ha preso molto bene la risposta alla sua insolita domanda, soprattutto davanti l'evidenza del fatto che si tratti di una pratica illegale - abbandono di minore -.

"Molti di noi si sono stancati dei genitori che pensano che possano lasciare da noi i loro figli per andare a fare shopping" o "Se vuoi lasciare i tuoi figli da qualche parte mentre fai shopping, allora chiama una babysitter"; sono queste le dichiarazioni rilasciate da alcuni dipendenti adirati dalla faccenda, i quali più volte hanno dovuto chiamare la polizia per segnalare un abbandono di minore.

Potranno essere, all'apparenza, delle affermazioni poco pacate da parte di un commesso che lavora con il pubblico. Tuttavia, tale pratica si inserisce all'interno di un contesto lavorativo molto difficile, soprattutto a fronte delle recenti perdite di 100 milioni di dollari da parte di GameStop.

FONTE: Kotaku
Quanto è interessante?
7