di

All'interno dell'articolata cronologia della serie di Assassin's Creed, remoto passato e un presente alternativo vedono consumarsi un secolare confronto tra Templari e Assassini.

All'interno di quest'ultimo, vi sono personaggi che hanno saputo ritagliarsi un ruolo di particolare rilievo, come il giovane Desmond Miles. Primo protagonista della linea narrativa che coinvolge il presente, il ragazzo esplora le vite dei suoi lontani antenati, consentendo ai giocatori di vestire i panni di Altair e di Ezio Auditore. Proprio il successo riscosso dall'Assassino fiorentino pare essere però stato il responsabile di un radicale mutamento nel fato del personaggio Ubisoft.

Una tesi di dottorato, firmata dal ricercatore Lars De Wildt, ha infatti raccontato un interessante retroscena legato ad Assassin's Creed 3. Nel riportare le dichiarazioni rilasciategli da Patrice Désilets, co-creatore della serie dedicata alla Confraternita degli Assassini, lo studioso ha rivelato il finale originariamente previsto per l'arco narrativo di Desmond. Il giovane, con l'aiuto di Lucy, avrebbe in particolare dovuto sconfiggere l'Abstergo sfruttando sia le proprie competenze sia le abilità apprese tramite le esperienze nei panni di Altair ed Ezio Auditore. Ma non solo.

Una volta avuta la meglio sugli avversari, ha svelato Désilets, il duo composto da Lucy e Desmond avrebbe avuto modo di attivare una potente astronave. Con quest'ultima, i giovani sarebbero salpati verso lo spazio profondo, pronti a divenire i fondatori di una nuova civiltà, come una sorta di moderni Adamo ed Eva! Come noto, la storia è andata diversamente, con gli ultimi sviluppi della saga narrati da Assassin's Creed: Valhalla, ma cosa ve ne pare di questo finale alternativo? Avreste voluto vederlo in azione a schermo?

Quanto è interessante?
15