Assassin's Creed Codename Red: Ubisoft vuole evitare di fare 'turismo culturale'

Assassin's Creed Codename Red: Ubisoft vuole evitare di fare 'turismo culturale'
di

Con Assassin's Creed Codename Red, primo capitolo del franchise ad essere ambientato nel Giappone feudale, si esaudisce finalmente un sogno che da tempo coltivavano i fan della serie Ubisoft. La compagnia francese sembra voler curare il progetto con estrema prudenza affinché non scaturiscano controversie e polemiche dal punto di vista culturale.

Sebbene siano stati in netta minoranza, alcuni utenti hanno lanciato accuse di "turismo culturale" nei confronti di giochi sviluppati da team occidentali che si sono affacciati sul mondo asiatico, come ad esempio Ghost of Tsushima o Sifu. Con queste parole si intende un modo di interpretare e rappresentare il mondo asiatico, ed in particolare quello giapponese, attraverso un filtro occidentale e quindi non autentico.

Sebbene queste lamentele non abbiano di fatto danneggiato le vendite dei giochi in questione, Ubisoft ne è apparentemente a conoscenza e non vuole che Assassin's Creed Red si "appropri indebitamente" della cultura giapponese. Questo è quanto riferisce un report di Axios, secondo cui la compagnia di Yves Guillemot non solo ha assunto consulenti per il gioco, ma sta anche lavorando con il proprio studio giapponese insieme ad una squadra incentrata sulla diversità, l'inclusione e l'accessibilità di recente formazione. Attualmente non è chiaro che tipo di impatto avranno questi consulenti, sia interni che esterni, sullo sviluppo del gioco. Assassin's Creed Red sarà effettivamente un test per vedere quanta influenza avrà il team di diversità, inclusione e accessibilità sui futuri progetti Ubisoft.

Questa voglia di totale collaborazione potrebbe andare a scontrarsi col fatto che alle redini di Assassin's Creed Codename Red c'è Jonathan Dumont, precedentemente accusato di abusi verbali e sessuali. Stando ai rumor, alcuni sviluppatori all'interno di Ubisoft stanno evitando il progetto proprio a causa del suo coinvolgimento.

FONTE: gamepur
Quanto è interessante?
11