Assassin's Creed Odyssey: bannate alcune quest dei giocatori, ecco perché

Assassin's Creed Odyssey: bannate alcune quest dei giocatori, ecco perché
di

Come ormai ben saprete, nel corso dell'E3 2019 Ubisoft ha annunciato e lanciato il nuovo editor di quest per Assassin's Creed Odyssey, grazie al quale tutti i possessori del gioco hanno potuto dare sfogo alla propria creatività per dare vita alle proprie missioni.

Sembra però che qualche giocatore di troppo abbia abusato di tale sistema, utilizzandolo impropriamente per creare delle missioni praticamente prive di contenuto e con il solo scopo di accumulare agilmente punti esperienza. In alcuni casi, ad esempio, vediamo apparire su schermo NPC di livello altissimo che corrono in aiuto del giocatore massacrando orde di nemici e guadagnando al posto del giocatore punti XP. Tale pratica non è stata apprezzata dall'azienda francese, la quale ha deciso di bannare dal gioco tutti questi livelli. Non si tratta dell'unico provvedimento preso nei confronti di questi utenti, dal momento che i livelli di questo tipo non potranno più apparire nelle schermate relative ai livelli più giocati e, in alcuni casi, i loro creatori potrebbero subire un ban.

La reale motivazione dietro una simile decisione potrebbe essere la presenza nel gioco di microtransazioni legate ai boost XP, ovvero oggetti che possono velocizzare l'accumulo di punti esperienza e, con questi livelli, rischiano di diventare inutili.

Avete già letto delle novità dello Story Creator Mode di Assassin's Creed Odyssey? Vi ricordiamo inoltre che mancano pochi giorni all'uscita del DLC Il Giudizio di Atlantide.

FONTE: kotaku
Quanto è interessante?
10