Assassin's Creed Origins: violata su PC la doppia protezione Denuvo + VMProtect

di

All'inizio di gennaio, un gruppo di hacker riuscì ad aggirare la versione 4.8 del sistema di anti-pirateria Denuvo in titoli come Sonic Forces. Non c'è voluto molto prima che i malintenzionati riuscissero a fare lo stesso anche nella versione PC di Assassin's Creed Origins, che resisteva da molto tempo.

L'ultimo titolo della celebre saga di Ubisoft utilizza anche un altro sistema di protezione, VM Protect, che agisce in combinazione con Denuvo per garantire la massima protezione possibile. Ebbene, non è bastato, ed entrambi i sistemi sono stati infine aggirati. Il crack creato dagli hacker è di tipo bypass: ciò significa che Denuvo non viene rimosso e continua a girare in background, per cui il carico sulla CPU dello stesso non viene in alcun modo modificato.

In ogni caso, quanto riferito non va visto necessariamente come una sconfitta: Denuvo è riuscito a proteggere Assassin's Creed Origins per almeno tre mesi, durante il periodo di lancio e quello natalizio, nei quali vengono storicamente effettuate il maggior numero di vendite. Intanto è anche stata lanciata la versione 5.0 del software, già utilizzata da Marvel vs Capcom: Infinite, che verrà implementata pure in Far Cry 5.

Vi ricordiamo che Assassin's Creed Origins è disponibile anche su PlayStation 4 e Xbox One. A breve verrà introdotto il New Game Plus, mentre già cominciano a circolare rumor sul prossimo capitolo della saga, che potrebbe intitolarsi Dinasty. Ci teniamo a precisare, infine, che questa notizia ha solo scopo informativo e che non vuole in alcun modo incitare alla pirateria, pratica che Everyeye condanna in ogni sua forma.

FONTE: DSOG
Quanto è interessante?
8