Astral Chain: le fonti d'spirazione del gioco targato PlatinumGames in video

di

Il primo teaser trailer di Astral Chain si rivelò più che sufficiente ad incuriosirci, ma il titolo di PlatinumGames ha ottenuto tutta la nostra attenzione solamente dopo la presentazione al Nintendo Treehouse dell'E3 2019.

I nomi coinvolti nel progetto, d'altronde, sono altisonanti. In cabina di regia c'è Takahisa Taura, affiancato dal character design dal tratto inconfondibile Masakatsu Katsura e da un supervisore d'eccezione, Hideki Kamiya. Astral Chain è ambientato in un futuro imprecisato in cui degli alieni denominati Chimere hanno invaso il pianeta Terra. Gli umani sopravvissuti alla decimazione si sono rifugiati in una metropoli fluttuante chiamata Arca. All'inizio dell'avventura, viene offerta ai giocatori l'opportunità di creare un agente del Neuron, un corpo speciale di Polizia che protegge la popolazione dell'Arca.

Le fonti d'ispirazione della nuova IP per Nintendo Switch sono molteplici, e il nostro Gabriele Carollo ha ben pensato di portarci in un viaggio alla loro scoperta. La prima influenza che ci è venuta in mente è Nier: Automata, al quale Taura ha lavorato in qualità di Senior Game Designer. I punti di contatto tra la Neuron e la YoHRa, una forza composta da androidi incaricata dal Consiglio dell'Umanità di combattere gli alieni, sono in effetti molteplici. L'arma d'ordinanza degli agenti della Neuron, capace di trasformarsi in manganello e pistola semiautomatica, ci ha invece ricordato la lama di Sam Gideon, protagonista di Vanquish. Come non citare, inoltre, il manga Zetman, realizzato proprio da Masakatsu Katsura?

Se l'argomento vi incuriosisce, allora vi invitiamo a guardare il Video Speciale in apertura di notizia. Se volete saperne ancora di più sul nuovo progetto di PlatinumGames esclusivo per Nintendo Switch, allora abbiamo per voi anche l'anteprima di Astral Chain a cura del nostro Marco Mottura.

Quanto è interessante?
5