Astral Chain: la versione finale è molto diversa dai primi concept, rivela Platinum Games

Astral Chain: la versione finale è molto diversa dai primi concept, rivela Platinum Games
di

Dopo aver ringraziato i propri fan per l'accoglienza ricevuta da Astral Chain, gli autori di Platinum Games approfittano della relativa quiete mediatica successiva al lancio del kolossal action in esclusiva su Nintendo Switch per svelare un aneddoto riguardante la fase di sviluppo.

A illustrarci quanto accaduto è Sota Kotajima, uno dei principali designer della software house giapponese: attraverso le pagine del blog ufficiale di PlatinumGames, lo sviluppatore nipponico rivela che la struttura di Astral Chain, in origine, era molto diversa da quella che abbiamo apprezzato al lancio del titolo su Switch.

Stando a Kotajima, infatti, la fase progettuale di Astral Chain prevedeva inizialmente una progressione delle missioni più lineare e "schematizzata": il giocatore avrebbe dovuto fare ritorno all'Hub centrale al termine di ogni attività, per poi fare la spola tra i livelli delle missioni e l'Hub fino al termine dell'avventura.

Solo in un secondo momento, quindi, i vertici di Platinum Games hanno deciso di stravolgere tale schema e di reimpostarlo sulla base di un approccio più aperto, legando il ritmo del gameplay alla possibilità di scegliere liberamente le missioni secondarie a cui dedicarsi di volta in volta. Se desiderate approfondire ulteriormente la conoscenza di Astral Chain e degli elementi grafici, ludici, narrativi e contenutistici che caratterizzano questa piccola grande gemma dell'action sci-fi in esclusiva su Nintendo Switch, sulle pagine di Everyeye.it trovate anche la nostra recensione di Astral Chain per Switch a firma di Marco Mottura, oltre alla guida con trucchi su esplorazione e combattimenti realizzata da Giovanni Panzano.

Quanto è interessante?
7