Avatar Frontiers of Pandora, la promessa di Ubisoft: Ray Tracing sempre in azione

Avatar Frontiers of Pandora, la promessa di Ubisoft: Ray Tracing sempre in azione
di

Mostratosi a sorpresa in occasione della conferenza Ubisoft organizzata per l'E3 2021, il nuovo Avatar: Frontiers of Pandora sfrutterà le potenzialità dello Snowdrop, ambizioso engine videoludico.

Tra gli aspetti sui quali la software house francese ha concentrato la propria attenzione, troviamo sicuramente inclusa l'intenzione di proporre un'esperienza visiva senza compromessi. Su questo specifico aspetto, ha di recente avuto modo di esprimersi Nikolay Stefanov, Technical Director of Programming per Avatar: Frontiers of Pandora. Intervistato dalla redazione tedesca di GameTech, quest'ultimo ha garantito che il titolo segnerà un passo importante per l'implementazione del Ray Tracing nel mondo dei videogiochi. "Avatar: Frontiers of Pandora - ha promesso - sarà un titolo che si mostrerà esclusivamente con Ray Tracing attivo".

Ognuna delle piattaforme supportate (PlayStation 5, Xbox Series X, PC e Google Stadia) mostrerà il gioco al suo meglio, grazie ad un forte impegno di Ubisoft nel rendere il gioco scalabile in funzione dell'hardware. Nel caso di PC con schede grafiche incapaci di supportare il Ray Tracing su fronte hardware, ha però sottolineato, Avatar: Frontiers of Pandora vedrà il sistema di illuminazione gestito a livello software. Quest'ultimo sistema, ha garantito Stefanov, potrà contare su di tempistiche di calcolo "sorprendentemente rapide".

Per approfondire tutti i dettagli al momento noti sulla produzione Ubisoft, vi rimandiamo all'anteprima di Avatar: Frontiers of Pandora firmata dal nostro Giuseppe Carrabba.

FONTE: GB
Quanto è interessante?
4