Baldur's Gate 3: l'Early Access subisce un leggero posticipo

Baldur's Gate 3: l'Early Access subisce un leggero posticipo
di

La fase Early Access di Baldur's Gate 3 partirà in leggero ritardo rispetto a quanto preventivato dagli studi Larian: a darne conferma sono gli stessi autori della software house belga con un comunicato in cui affermano di non poter rispettare la scadenza del 30 settembre.

La lunga lettera aperta dei ragazzi di Larian esordisce con un laconico "è il 2020!", ricordando le ormai note problematiche affrontate da tutti gli sviluppatori di videogiochi (e non solo) nel riadattarsi al lavoro in remoto per via dell'emergenza Coronavirus.

La software house che ha dato forma alla serie di Divinity Original Sin prosegue affermando che "il nostro è uno sviluppo 'dal vivo', e questo determina una situazione diversa che ci spinge a non poter mai dichiarare veramente una 'Fase Gold'. Il nostro principio guida per l'Accesso Anticipato di Baldur's Gate 3 prevede che possa essere accettabile il fatto che ci sia qualche bug minore, ma il gioco deve offrire un'esperienza divertente e con il minor numero di crash o arresti anomali. Siamo quasi giunti alla meta, ma abbiamo dovuto far fronte ad alcuni ritardi imprevisti e c'è ancora qualche problema di stabilità che stiamo esaminando".

Anche per questo, il team Larian esorta i propri fan a pazientare fino al 6 ottobre per poter partecipare all'Early Access di Baldur's Gate 3 su Google Stadia e PC (Steam e GOG): la settimana di ritardo servirà agli sviluppatori per affinare ulteriormente il codice e concedere del tempo supplementare a chi si sta occupando della fase di testing.

FONTE: Gematsu
Quanto è interessante?
3