di

L'aggiornamento estivo di Battlefield 1 pubblicato pochi giorni addietro ha introdotto a sorpresa il supporto a Xbox One X, richiesto a gran voce dagli utenti da molto tempo.

Digital Foundry, prevedibilmente, ha subito provveduto ad analizzare il comparto tecnico. Stando a quanto dichiarato dalla redazione inglese, grazie alla nuova la patch la versione Xbox One X surclassa di diverse lunghezze quella PlayStation 4 Pro. Sulla potente console di casa Microsoft, Battlefield 1 raggiunge in diverse occasioni la risoluzione 4K nativa (3840x2160), decisamente superiore al massimo ottenibile su PS4 Pro, pari invece a 2816x1584. Su entrambe le console è stata implementata una soluzione dinamica, che provvede ad abbassare la risoluzione nei momenti di maggiore stress al fine di mantenere un framerate elevato. Anche in questi casi, sia i valori minimi che i massimi sono sempre superiori su Xbox One X rispetto alla controparte Sony, spesso anche di 2,25 volte.

Non si segnalano, invece, modifiche a texture ed effettistica, rimasti immutati. L'elevata risoluzione non ha però pregiudicato il framerate, che risulta anche migliore di quello offerto dalla sorella minore, Xbox One S. Durante le partite multiplayer sono stati registrati miglioramenti anche di 13fps. In ogni caso, neppure su Xbox One X il framerate rimane sempre ancorato ai 60fps. Nelle situazioni più affollate cala al di sotto di tale valore, sia online che nella campagna per giocatore singolo.

Purtroppo, a rovinare una quadro altrimenti di eccellente fattura, ci ha pensato un fastidioso bug. A quanto pare, si verificano dei pesanti cali di frame rate ed episodi di stuttering quando è attivo un party vocale su Xbox Live. Un problema in grado di pregiudicare pesantemente la qualità delle partite multiplayer, che ci auguriamo DICE risolva quanto prima.

Ricordiamo che Battlefield 1 è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC. Il prossimo capitolo della serie, Battlefield V, è atteso sulle medesime piattaforme per il 19 ottobre 2018.

Quanto è interessante?
5