di

Si è detto molto sulle prestazioni delle nuove GeForce RTX 2080 Ti, 2080 e 2070 in questi giorni. Le critiche sono state piuttosto feroci, soprattutto per quanto riguarda il frame rate dei titoli che utilizzano la tecnologia RTX di NVIDIA.

Come era prevedibile però, la realtà sembra molto diversa dai primi riscontri della stampa di settore. In una discussione sul forum ResetEra, John Linneman di Digital Foundry ha rassicurato gli utenti spiegando che quanto emerso finora è meno preoccupante di quanto si possa pensare. Secondo Linneman, chiunque affermi che Battlefield V non raggiunga i 60 fps in Full HD dice il falso, oppure non ha capito cosa stava osservando. A sostegno della sua tesi, Linneman cita direttamente DICE, gli sviluppatori del titolo, e afferma che questi hanno avuto meno di due settimane per implementare il Ray Tracing nel gioco. Addirittura, sembra che i ragazzi del team svedese abbiano avuto accesso alle GPU solo poco prima dell’evento, confermando l’alto livello di segretezza tenuto da NVIDIA nella fase pre-lancio.
In base alle informazioni in suo possesso, Linneman ha chiarito che, allo stato attuale, non si possono dare giudizi sulle prestazioni Ray Tracing delle nuove GPU, e che le versioni finali dei giochi offriranno prestazioni nettamente superiori. Anche gli sviluppatori di Shadow of the Tomb Raider hanno chiarito ieri che il tempo a disposizione per l’implementazione della tecnologia RTX è stato molto poco, confermando la tesi di John Linneman.

Come abbiamo detto più volte in questi giorni, meglio dunque attendere le prime recensioni prima di promuovere o bocciare le nuove GeForce, vista la mancanza di informazioni attendibili a sostegno di una o dell’altra tesi.

FONTE: WccfTech
Quanto è interessante?
10

Su Amazon.it trovi le GPU NVIDIA GeForce, tutti i modelli a prezzi scontati e la possibilità di effettuare il preordine delle nuove schede video in uscita.