Biomutant: nel GDR open world di THQ Nordic qualcosa è andato storto

di

Vi raccontiamo quelli che sono per noi i numerosi pregi e gli altrettanti difetti di Biomutant: un action ruolistico a mondo aperto in cui, a nostro avviso, c'è qualcosa che non va.

Le ore trascorse in compagnia dell'eroe di questa nuova proprietà intellettuale firmata da Experiment 101 e THQ Nordic ci hanno restituito l'immagine di un progetto che fonde in maniera disomogenea diversi generi ludici e narrativi, senza però raggiungere una sintesi efficace o tantomeno un punto di equilibrio.

Alla frenesia dei combattimenti e all'incredibile numero di armi realizzabili mediante il sistema di crafting, infatti, fanno da spiacevole contraltare le evidenti mancanze sul fronte della campagna principale e della gestione del sistema di progressione delle abilità. Al netto di queste mancanze e delle sbavature riscontrate sul fronte narrativo e del gameplay, vale la pena sottolineare l'impegno profuso dai venti membri del team di Experiment 101 nel costruire un'impalcatura di gioco così ricca e variegata, anche a costo di correre il rischio di compiere degli scivoloni qualitativi che, purtroppo, si sono puntualmente verificati.

Se volete saperne di più su questo progetto in arrivo il 25 maggio su PC, PS4, Xbox One, PS5 e Xbox Series X/S, il nostro consiglio non può che essere quello di rimanere sulle pagine di Everyeye.it per leggere la nostra recensione di Biomutant a firma di Antonello "Kirito" Bello.

Quanto è interessante?
3