Bloodborne 2 immaginato da un artista di Playground Games: vi piacerebbe così?

di

Un concept artist al lavoro presso Playground Games ha provato a provato a immaginare il setting di Bloodborne 2, il sequel mai annunciato (ma richiesto a gran voce dai fan) dell'originario capolavoro soulslike di From Software. Vi piacerebbe così?

L'artefice di questo incredibile lavoro è Thomas Chamberlain: il concept artist della sussidiaria inglese degli Xbox Game Studios ha prodotto tutta una serie di bozzetti e di schede per tracciare l'ipotetico percorso narrativo, grafico, stilistico e ludico di Bloodborne 2.

L'esperimento dell'artista di Playground è a dir poco audace: Chamberlain immagina infatti uno scenario post-apocalittico ambientato in un deserto, una regione ben lontana dalle atmosfere gotiche della città di Yharnam che ha fatto da sfondo all'epopea a tinte oscure del Cacciatore di Bloodborne.

Negli artwork di Chamberlain trovano spazio anche delle schede che descrivono con dovizia di particolari i mostri da affrontare, i luoghi più importanti da visitare nei panni dell'eroe misterioso e le armi da sbloccare progredendo nell'avventura. Nel nostro video approfondimento ripercorriamo il lavoro compiuto dall'artista di Playground Games. Per l'occasione, vi invitiamo a leggere il nostro speciale a firma di Marco Mottura su artwork e idee per il sequel di Bloodborne che non esiste.

Quanto è interessante?
4