Brad Wardell: Switch non ha bisogno di giochi third party per avere successo

di

Sono tante le terze parti che hanno confermato il proprio supporto a Nintendo Switch, tra cui Capcom, Square-Enix, Konami, NIS America e Ubisoft, solamente per citarne alcune. I giochi third party ricoprono una notevole importanza nel catalogo di una console ma nel caso di Switch non sono poi così importanti, secondo Brad Wardell, CEO di Stardock.

Intervistato da GamingBolt, il CEO di Stardock si è espresso in questi termini: "Probabilmente non supporteremo Switch. E' una console troppo particolare e non ci sono storie di grande successo su hardware Nintendo per quanto riguarda le terze parti, almeno recentemente. E' certamente un grande mercato per la compagnia di Kyoto ma solamente i loro studi interni riescono a creare grandi titoli capaci di generare profitti. Probabilmente, le console Nintendo non hanno bisogno di giochi di terze parti. In fondo il loro catalogo è ricchissimo, se Switch costasse 1.000 dollari allora mi preoccuperei ma direi che al momento ci sono molti giochi Nintendo da giocare du Switch e altri arriveranno, l'investimento iniziale penso sia stato ampiamente ripagato per i consumatori."

Siete d'accordo con queste parole? Aspettiamo le vostre opinioni nello spazio dedicato ai commenti.

Quanto è interessante?
0