Call of Duty Black Ops Cold War sempre più certo: inequivocabile indizio in Warzone

Call of Duty Black Ops Cold War sempre più certo: inequivocabile indizio in Warzone
di

Call of Duty Modern Warfare e la sua costola free-to-play Warzone continuano ad attirare milioni e milioni di videogiocatori, ma sembra sia arrivato già il momento di pensare al futuro della saga.

Secondo alcune voci insistenti, il prossimo Call of Duty sarà curato da Treyarch e segnerà il ritorno della serie Black Ops con un episodio sottotitolato Cold War, ambientato quindi all'epoca della Guerra Fredda. Le voci sembrano essere veritiere, dal momento che Activision, seguendo il trend settato da molti concorrenti, ha cominciato a disseminare degli indizi all'interno dell'universo di gioco di Call of Duty Warzone con l'obiettivo di stuzzicare l'interesse dei giocatori e, al contempo, preparare il terreno ad un reveal vero e proprio.

Tanto per cominciare, qualche giorno fa ha sbloccato l'accesso ai bunker, delle strutture che erano presenti fin dal lancio del battle royale e, dal punto di vista tematico, fortemente legate al concetto di Guerra Fredda, un'epoca nella quale incombeva la minaccia di un conflitto atomico. Le cose si sono fatte ancor più interessanti quando i giocatori sono riusciti ad entrare nell'undicesimo bunker, trovando degli elementi tipici di Black Ops, come una war room, un conto alla rovescia e una testata nucleare.

L'indizio più lampante è però stato scovato lo scorso venerdì, quando dei giocatori si sono imbattuti nel prototipo di una macchinina radiocomandata in uno degli edifici di Warzone. Le RC rappresentano una delle killstreak tipiche della serie di Black Ops. Guardate voi stessi nelle immagini allegate in calce. Più chiaro di così...

Insomma, tutto sembra puntare all'esistenza di questo fantomatico Call of Duty Black Ops: Cold War. Non ci resta che attendere un annuncio ufficiale da parte di Activision e Treyarch.

Quanto è interessante?
3