Esport

Call of Duty League: svelate nuove informazioni, leak sui nomi delle franchigie

Call of Duty League: svelate nuove informazioni, leak sui nomi delle franchigie
di

Sono finalmente emerse nuove informazioni sul debutto della prossima Call of Duty League. La nuova struttura competitiva di CoD inizierà nel 2020 e sarà formata da dodici squadre suddivise tra Nord America (la maggior parte) ed Europa.

Non solo: sarà presente anche il formato “home & away”. Le giornate di campionato, insomma, si svolgeranno in ciascuna delle città in cui hanno sede le squadre, anche se non si sa ancora in quali location.

Ecco la dichiarazione ufficiale che appare nel nuovo sito della Call of Duty League: "Call of Duty League è una lega globale di esport composta da 12 squadre professionistiche, che rappresentano 11 mercati in Nord America ed Europa. Nella sua stagione inaugurale, i team professionisti si sfidano in partite multiplayer 5 contro 5 di Call of Duty: Modern Warfare, esclusivamente su PlayStation 4. La competizione professionale viaggerà da una città all'altra, con i migliori giocatori di Call of Duty da tutto il mondo in lotta per oltre 6 milioni di Dollari e il titolo di campioni della Call of Duty League".

Per fare un confronto con altri prize pool, quello inaugurale della Overwatch League è stato di 5 milioni.

Alcuni utenti con un bel po' di tempo libero, si sono dilettati a sbircare nel codice sorgente del sito e hanno scovato i nomi (ovviamente non ancora annunciati) delle dodici formazioni.

Ecco quali dovrebbero essere, salvo modifiche: London Royal Ravens; Chicago's Huntsmen; Seattle Surge; Dallas Empire; OpTic Gaming Los Angeles; Toronto Ultra; Los Angeles Guerrillas; New York Subliners; Atlanta Faze (Faze non è ufficialmente nel CDL); Florida Mutineers; Minnesota Rokkr; Paris Legion.

Quanto è interessante?
4