Call of Duty Project Aurora confermato: l'erede di Warzone per dispositivi mobili

Call of Duty Project Aurora confermato: l'erede di Warzone per dispositivi mobili
di

Quello che lo scorso marzo era stato presentato come Warzone per dispositivi mobili, oggi ha ottenuto un nome in codice ufficiale, ossia Call of Duty Project Aurora. I responsabili del progetto, giustamente, sono i ragazzi dell'Aurora Team in seno ad Activision.

L'Aurora Team ha deciso di esporsi pubblicamente a seguito delle numerosi voci che stanno circolando su Reddit e su YouTube in merito al progetto, confermando che Call of Duty Project Aurora punta ad offrire un'esperienza Battle Royale intensa, precisa e di qualità per "unire in una community globale e inclusiva amici, famiglie e persone di tutto il mondo".

Il gioco, ancora nel bel mezzo dello sviluppo, si trova attualmente in una Closed Alpha di dimensioni limitate che ha l'obiettivo di eseguire stress test delle partite, identificare e correggere bug e raccogliere opinioni su tutti gli aspetti del gioco con l'aggiunta progressiva di nuove funzionalità.

I partecipanti all'Alpha chiusa non sono autorizzati a parlare pubblicamente del gioco, ma il team di sviluppo ha assicurato che d'ora in avanti si farà sentire più spesso pubblicando nuovi aggiornamenti, la cui frequenza andrà di pari passo con lo stato di avanzamento dello sviluppo. Attualmente non è possibile iscriversi all'Alpha chiusa, dato che l'accesso è possibile solo su invito. In futuro, in ogni caso, la fase di test potrebbe essere estesa ad un pubblico più vasto.

Call of Duty Project Aurora è ancora privo di una finestra di lancio, dal momento che necessita ancora di molto lavoro: i contenuti dell'Alpha sono tutt'altro che definitivi, oltre che solo una piccola parte di ciò che il verrà offerto dal gioco finale. Per questo motivo i progressi conseguiti dai partecipanti all'Alpha saranno azzerati. Restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti da parte dell'Aurora Team.

Quanto è interessante?
2