COD

Call of Duty Warzone: la controversa skin Near Dark di Roze verrà finalmente modificata

Call of Duty Warzone: la controversa skin Near Dark di Roze verrà finalmente modificata
di

Call of Duty Warzone è stato più volte accusato di essere un pay-to-win. Le ragioni sono disparate, ma spesso al centro degli attacchi ci è finita la skin "Near Dark" dell'operatrice Roze, tra le più odiate del gioco.

Grazie a questa skin, caratterizzata da tonalità estremamente scure e dalla totale assenza di superfici riflettenti, gli utilizzatori diventano pressoché invisibili nelle aree più buie, che a Verdansk non mancano affatto. Vedere per credere: trovate un video in calce a questa notizia che mostra quanto è difficile colpire o persino individuare un giocatore che la indossa. Per fortuna il costume non può più essere sbloccato - la skin Near Dark poteva essere ottenuta solamente raggiungendo il livello 100 del Battle Pass a pagamento della Stagione 5 di Modern Warfare e Warzone - ma l'impatto sul gioco rimane significativo e il problema non può essere ignorato.

Dopo mesi di lamentele e di silenzio assoluto da parte degli sviluppatori, sembra che i ragazzi di Raven Software si siano finalmente decisi a prendere in mano la situazione. Dopo avere riconosciuto il problema, il team di sviluppo ha assicurato che interverrà sulla skin di Roze in una delle prossime patch, senza tuttavia svelare le tempistiche e le modalità dell'intervento. Raven ne ha anche approfittato per anticipare che i prossimi aggiornamenti introdurranno pure dei bilanciamenti ad armi come Tac Rifle Charlie, M16, FFAR 1 e Sykov, un fix per i perk delle armi di Modern Warfare e modifiche alle modalità di ottenimento dell'RC-XD.

Ne approfittiamo per ricordarvi che tra pochi giorni si svolgerà l'evento finale della Stagione 2 di Call of Duty Warzone, al quale il prossimo 21 aprile seguirà l'inizio della Stagione 3.

Quanto è interessante?
2