Esport

Il campionato cinese di League of Legends sospeso per il diffondersi dell'epidemia

Il campionato cinese di League of Legends sospeso per il diffondersi dell'epidemia
di

Gli organizzatori della LPL, conformandosi alle misure emergenziali adottate in Cina al diffondersi dell'epidemia di coronavirus e dato che il numero di infettati continua ad aumentare, ha annullato le partite della massima serie di League of Legends previste per la seconda giornata dello Spring Split.

Non solo: pare che anche i caster occidentali della LPL stiano meditando di fare le valigie e tornare in patria.

Sebbene la maggior parte delle partite dello Spring Split della LPL si svolgeranno a Pechino, la lega cinese ha preferito sospendere il campionato in attesa di ulteriori sviluppi.

Un po' come già successo con il WESG APAC qualche giorno fa. "Abbiamo deciso di posticipare la settimana 2 della LPL fino a quando non saremo in grado di garantire la sicurezza e la salute dei nostri giocatori e fan", ha pubblicato la LPL sul profilo Twitter ufficiale. "Ai nostri fan, ci scusiamo sinceramente se siamo arrivati a questo e condivideremo tutte le informazioni il più presto possibile". Il messaggio termina con un ringraziamento ai fan per il loro supporto.

Un tale ritardo potrebbe causare diversi problemi per la partecipazione delle formazioni cinesi a importanti eventi internazionali come il Mid Season Invitational 2020.

In molti hanno messo in evidenza il fatto che anche la Overwatch League potrebbe presto seguire le orme della LPL posticipando alcune partite, poiché con il formato home & away ci saranno diverse partite giocate proprio in Cina.

Quanto è interessante?
2