Capcom pensa di riportare in vita vecchie IP ma dipende dalle richieste dei giocatori

Capcom pensa di riportare in vita vecchie IP ma dipende dalle richieste dei giocatori
INFORMAZIONI GIOCO
di

Capcom ha confermato durante un recente Q&A con gli azionisti che la compagnia ha intenzione di riportare in vita vecchie IP "dormienti" ma tutto dipenderà ovviamente dalle richieste e dai feedback della community.

Fondata nel 1983, Capcom ha una libreria di IP incredibilmente vasta, negli ultimi anni ha però portato avanti solamente pochi franchise come Monster Hunter, Resident Evil e Street Fighter, con pochissime eccezioni, basti pensare che Pragmata in uscita nel 2023, è la prima IP originale di Capcom in dieci anni. L'ultima IP globale lanciata dall'azienda è Dragon's Dogma nel 2012, se si esclude Megami Meguri in Giappone nel 2016.

La compagnia giapponese sta pensando di riportare in vita vecchie proprietà intellettuali: "al momento abbiamo dei piani per riportare in vita vecchie IP ma non abbiamo una roadmap e tutto dipenderà dalle richieste dei consumatori. Continueremo a tastare il terremo e valuteremo attentamente le tendenze del mercato."

E parlando di IP storiche di casa Capcom, la mente corre a giochi come Darkstalkers, Viewtiful Joe, Rival Schools, Power Stone, Lost Planet, Okami e tanti altri brand di successo in passato ma che negli anni hanno subito una battuta di arresto, tra questi rientrano anche Mega Man e Bionic Commando allo stesso Dragon's Dogma che ha appena compiuto dieci anni.

FONTE: VGC
Quanto è interessante?
8