Esport

Caso Blitzchung: arriva la dura condanna di Blizzard, ban e allontanamento

Caso Blitzchung: arriva la dura condanna di Blizzard, ban e allontanamento
di

Domenica scorsa, il giocatore Ng "blitzchung" Wai Chung ha suscitato molto clamore a causa del suo gesto plateale in streaming, in segno di solidarietà con la protesta che si sta scatenando da settimane a Hong Kong.

Blizzard ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito a quanto commesso da Blitzchung.

La punizione appare anche molto severa: non riceverà premi in denaro per la stagione 2 dei Grandmasters, sarà rimosso dal campionato, oltre a ricevere un ban di un anno. Tra l'altro, Blizzard smetterà di lavorare anche con i caster presenti nel video.

Ecco la risposta di Blizzard: "Durante lo streaming dei Grandmaster Asia-Pacifico dello scorso fine settimana, durante un'intervista post-partita, c'è stata una violazione delle regole della competizione, che ha coinvolto Blitzchung e due caster, il che ha portato alla rimozione del replay VOD della partita. Dopo un'ulteriore indagine, abbiamo riscontrato che l'azione ha violato la sezione 6.1 (o) delle Regole ufficiali degli Hearthstone Grandmasters ed è un comportamento individuale che non rappresenta Blizzard o Hearthstone Esports".

In buona sostanza, la sezione del regolamento si riferisce ad azioni che possano “offendere una porzione o un gruppo di pubblico o danneggi in altro modo l'immagine di Blizzard”. Le conseguenti sanzioni sono esattamente quelle comminate al giocatore, ovvero l'azzeramento del prize pool e il ban.

Vorremmo sottolineare nuovamente la condotta del torneo e dei giocatori all'interno della comunità esport di Hearthstone sia da parte dei giocatori che dei talent. Sosteniamo il diritto di esprimere pensieri e opinioni individuali, i giocatori e gli altri partecipanti che scelgono di partecipare alle nostre competizioni di esport devono rispettare le regole ufficiali della competizione.

Se la decisione di punire il giocatore può in potenza essere corretta, in base al regolamento, il fatto di aver licenziato i caster apparentemente non si poteva spiegare.

Invece, stando a quanto chiarito da molti membri della community, gli stessi caster avrebbero incoraggiato e permesso al giocatore di dire la frase incriminata.

Quanto è interessante?
3