La causa da 7,9 miliardi per i prezzi del PlayStation Store UK continuerà, è ufficiale

La causa da 7,9 miliardi per i prezzi del PlayStation Store UK continuerà, è ufficiale
di

Qualcuno ricorderà che lo scorso anno Sony fu denunciata in territorio inglese per via della sua politica dei prezzi su PlayStation Store, considerati troppo alti per via della sua posizione predominante nel mercato. Nel corso delle ultime ore è arrivato un importante aggiornamento sulla questione.

La causa avviata dall'avvocato Alex Neill, che si stima abbia un valore di 6,3 miliardi di sterline (ossia 7,9 miliardi di dollari), non verrà interrotta come previsto inizialmente dal colosso nipponico. Gli avvocati di Sony avevano affermato che non vi erano i presupposti per proseguire nella diatriba legale, ma il Competition Appeal Tribunal ha confermato di pensarla diversamente.

È stato infatti annunciato che la causa non si fermerà, sebbene ad essere coinvolti non saranno tutti i videogiocatori inglesi che hanno fatto acquisti sullo store digitale PlayStation. Sembrerebbe infatti che la causa coinvolgerà solo ed esclusivamente coloro i quali hanno acquistato un prodotto prima che la diatriba avesse inizio, ovvero nel 2022.

L'avvocato Neill, che si occupa dei diritti dei consumatori inglesi, ha dichiarato che questo è il primo passo per fare in modo che i giocatori possano riavere ciò che gli spetta. Al momento, Sony non ha ancora pubblicato alcun commento.

In attesa di saperne di più su come si evolverà la situazione, vi ricordiamo che sulle nostre pagine trovate i dettagli sulle offerte del Black Friday su PlayStation Store.