CD Projekt RED: con Cyberpunk 2077 vogliamo cambiare l'industria videoludica

CD Projekt RED: con Cyberpunk 2077 vogliamo cambiare l'industria videoludica
di

L'ultimo numero di EDGE, nota rivista videoludica britannica, include un'interessante intervista a Patrick Mills, quest designer presso CD Projekt RED al momento al lavoro, come la maggior parte dei componenti dello studio, su Cyberpunk 2077.

Lo sviluppatore ha prima affermato che con Cyberpunk 2077 CD Projekt RED punta a cambiare l'industria videoludica: "Una cosa che ha sempre caratterizzato questa compagnia è la voglia di mostrare all'intera industria videoludica come si lavora. Vogliamo cambiarla. Vogliamo dire 'possiamo fare le cose in modo differente, non abbiamo l'obbligo di farle in quel modo'. È il nostro motto: 'Siamo ribelli', giusto?". Patrick Mills è poi tornato a ribadire che, a differenza di altre software house, CD Projekt RED ha intenzione di trattare temi politici senza alcuna esitazione: "Altri studi dicono 'No, no, non c'è niente di politico qui', noi invece diciamo 'Certo che c'è'. Non sarà necessariamente ciò che vi aspettate, e non riveleremo esattamente di cosa parleremo, spetterà a voi decidere quando giocherete. Ma Cyberpunk è pertinente alla situazione odierna. Non possiamo pretendere che non lo sia. Mike [il creatore di Cyberpunk 2020, NdR] non ce lo permetterebbe, andrebbe su tutte le furie se dicessimo che si tratta solamente di acconciature strane e armi spettacolari".

Cyberpunk 2077 è in sviluppo per PC, Playstation 4 e Xbox One.

Quanto è interessante?
26