Cina: Xi Jinping vuole limitare i videogiochi per salvaguardare la vista dei bambini

Cina: Xi Jinping vuole limitare i videogiochi per salvaguardare la vista dei bambini
di

È da un paio di settimane che il governo cinese ha bloccato temporaneamente il mercato dei videogiochi all'interno del paese, in attesa di nuove direttive. Stando alle parole del presidente Xi Jinping, la Cina è intenzionata a limitare i videogiochi per il benessere dei bambini.

Dopo diverse settimane di nervosismo per il congelamento della Cina sulle approvazioni dei videogiochi, i peggiori timori di publisher e sviluppatori sono stati confermati. Il governo cinese, in effetti, vuole regolamentare severamente il numero di videogiochi approvati per la vendita nel paese.

Il presidente cinese Xi Jinping, in un'intervista pubblicata questa settimana dall'agenzia di stampa cinese Xinhuanet, ha riferito che la Cina vuole limitare il numero di videogiochi disponibili nel paese per "salvaguardare la vista dei bambini, assicurando loro un futuro sano e brillante".

Nella giornata di ieri, il Ministero della Pubblica Istruzione cinese ha fornito maggiori dettagli sui nuovi provvedimenti, annunciando che il governo avrebbe implementato una serie di misure normative per limitare il numero di giochi online consentiti nel paese. Per aiutare a proteggere gli occhi dei bambini, inoltre, verrà adottato un nuovo sistema di classificazione per regolare la quantità di tempo che i minori possono trascorrere con i videogiochi.

Dato che il documento è abbastanza vago, non è ancora chiaro quanto saranno stringenti le nuove normative. Molto probabilmente i giochi verranno sottoposti a censure più restrittive, come visto nel caso di Monster Hunter World per PC, la cui pubblicazione è stata negata a Tencent, uno dei principali colossi del settore in territorio cinese. Cosa ne pensate di questa situazione, considerando la grandezza e l'importanza del mercato cinese?

Quanto è interessante?
13