Esport

Clash Royale: un giocatore ha ricevuto un anno di ban dall'ESIC per cheating

Clash Royale: un giocatore ha ricevuto un anno di ban dall'ESIC per cheating
di

Il giocatore di Clash Royale, Jimit “Jimit” Bhatt, ha ricevuto un ban dalle competizioni della durata di 12 mesi dalla Esports Integrity Coalition (ESIC), per aver imbrogliato. Secondo una dichiarazione rilasciata dall'ESIC, Bhatt è stato accusato di "account sharing, boost e acquisizione fraudolenta di rank in Clash Royale".

Secondo quanto dichiarato dal commissario della ESIC, Ian Smith, Le azioni di Bhatt sono contrarie al Codice di condotta e al codice anticorruzione ESIC, accettato e integrato nel circuito ESL India Premiership.

È stato rilevato infatti che l'account di Bhatt è stato utilizzato da più giocatori in varie occasioni nell'ultimo mese mentre partecipava proprio alla ESL India Premiership 2019. "Non sono mai contento, come Commissario, di dover affrontare casi come questo", ha dichiarato il commissario per l'Integrità dell'ESIC, Ian Smith.

"Spero che questo caso serva da lezione e da deterrente per questo tipo di comportamento nel mondo del gioco mobile, dato che sta prendendo sempre più piede negli esport". "Sulla base delle prove fornite da Supercell, l'account è stato collegato in più di 10 paesi e utilizzato da oltre 30 dispositivi diversi."

Il reato segna il secondo episodio di cheating di una certa rilevanza per il circuito ESL India Premiership. Il precedente avvenne quando un membro della ormai sciolta organizzazione OpTic India, Forsaken, fu colto in flagrante in un torneo LAN di CS:GO ad ottobre.

Quanto è interessante?
3