di

Mentre i giocatori possono approfittare dell'avvio della Stagione 1 Reloaded in Call of Duty: Black Ops Cold War, la redazione di Digital Foundry ha deciso di porre sotto esame le performance dello shooter sulla nuova console Sony.

In particolare, nell'arco di una dettagliata video analisi, la versione PlayStation 5 del titolo Activision viene confrontata con quella PC, per cercare di scoprire quanto i due mondi hardware distino tra loro in termini di resa grafica. I risultati si sono rivelati altalenanti, con alcuni elementi resi in maniera più efficace rispetto ad altri. Direttamente in apertura a questa news potete trovare il filmato integrale confezionato da Digital Foundry. Di seguito, vi proponiamo ad ogni modo alcune delle osservazioni principali condivise dalla testata.

Dettagli legati alla resa volumetrica delle luci, come ad esempio la qualità della nebbia in-game, si avvicina su PS5 a quella di setting bassi su PC, mentre opzioni legate ad una migliore resa nella distribuzione dell'acqua, come la tassellazione, risultano disattivate su console. Migliore invece il risultato in termini di motion blur, con esiti sostanzialmente equivalenti a setting alti su PC, mentre la qualità delle texture di COD: Cold War eguaglia i migliori risultati PC, esattamente come per qualità dei modelli e resa dei riflessi screen-space. Interessante notare come il Ray Tracing, anche quando attivo su PS5, non risulti implementato in ogni frangente del gioco, probabilmente - secondo Digital Foundry - perché troppo dispendioso in un titolo che punta a mantenere i 60 fps stabili.

Quanto è interessante?
3