COD Modern Warfare: ambientazioni e oggetti saranno riprodotti con la fotogrammetria

COD Modern Warfare: ambientazioni e oggetti saranno riprodotti con la fotogrammetria
di

Nelle ultime ore sono state pubblicate online nuove informazioni riguardanti il comparto tecnico del nuovo Call of Duty: Modern Warfare, il quale non solo farà uso di un motore grafico che supporterà il Ray Tracing, ma anche la fotogrammetria.

Per chi non sapesse di cosa sia la fotogrammetria, parliamo di quella tecnica che consente agli sviluppatori di ricreare all'interno del gioco oggetti e ambientazioni in maniera molto realistica grazie all'ausilio di particolari strumenti in grado di catturarne alcuni fotogrammi.

Ecco di seguito la dichiarazione di Joel Emslie, art director presso Infinity Ward:

"Avvicinandosi parecchio ad una parete, noterete ogni singolo dettaglio. Solitamente siete abituati a vedere i 16/32 pixel per pollice; in questo caso potrete vedere un dettaglio pari a 64 pixel per pollice, il che rende gli oggetti a schermo fotorealistici."

Stando inoltre alle dichiarazioni di Activision, inizialmente l'utilizzo della fotogrammetria doveva riguardare solo specifici oggetti, ma i risultati sono stati talmente apprezzati dal team di sviluppo che il suo utilizzo è stato ampliato fino a coinvolgere un elevato numero di oggetti e scenari.

Vi ricordiamo che il gioco arriverà sugli scaffali di tutti i negozi a partire dal prossimo 25 ottobre 2019 nelle versioni PlayStation 4, Xbox One e PC (solo su Battle.net). Sapevate che i Juggernaut ritorneranno nelle Spec-Ops, le particolari missioni cooperative di Modern Warfare?

FONTE: dsogaming
Quanto è interessante?
9