di

Il 2022 di Activision Blizzard si è concluso con un annuncio inaspettato da parte di Phil Spencer: Microsoft riporterà COD su console Nintendo, con un supporto destinato a protrarsi almeno per dieci anni.

La dichiarazione condivisa dai vertici Xbox ha segnato un'ulteriore evoluzione nella diatriba legale legata all'acquisizione del publisher di Call of Duty da parte degli Xbox Game Studios. Mentre si attende un verdetto finale da parte degli organi antitrust sulla fattibilità del matrimonio tra Microsoft e Activision Blizzard, sembra che in casa Nintendo le cose si stiano muovendo con notevole rapidità.

A lasciarlo intendere, è un interessante avvistamento realizzato sui lidi di LinkedIn. In seguito all'annuncio del futuro ritorno dello shooter su hardware di Kyoto, la piattaforma ha infatti ospitato la pubblicazione di diverse offerte di lavoro relative ad una misteriosa nuova software house impegnata proprio sulla serie di Call of Duty. Dettaglio interessante, la sede del team sarà la città di Austin, in Texas, letteralmente a pochi passi dalla sede di Retro Studios, software house tradizionalmente vicina a Nintendo, attualmente impegnata nello sviluppo di Metroid Prime 4. Esplorando i meandri di LinkedIn, alcuni osservatori hanno inoltre segnalato come alcune importanti personalità Nintendo risultino al momento già destinate al misterioso nuovo studio dedicato a Call of Duty.

Tali avvistamenti sembrano confermare la creazione di un team il cui compito principale sarà proprio quello di trasformare in realtà le promesse di Phil Spencer relative al ritorno di Call of Duty su console Nintendo. Per saperne di più, non resta che attendere nuovi annunci da parte di Microsoft e Activision Blizzard.

Quanto è interessante?
2