Esport

CoD: il sesto torneo del CWL Pro League Challenge è stato vinto da un team non pro

di

L'ultima edizione della MLG GameBattles Pro League Challenge è stata vinta da Enigma6, una squadra amatoriale non appartenente alla lega professionistica di Call of Duty, la quale ha sconfitto i Luminosity Gaming nella Grand Final.

La Pro League Challenge è un torneo online che tenta di offrire alle squadre non professionistiche la possibilità di giocare contro le migliori squadre del circuito offrendo un montepremi di 2.000 Dollari ogni settimana.

Otto team della CWL Pro League affrontano le migliori otto squadre amatoriali che si sono guadagnate l'accesso al torneo attraverso una lega minore. Il confronto avviene a eliminazione diretta con un match Bo5.

La Challenge Pro League è iniziata subito col botto: gli OpTic Gaming hanno perso la loro prima partita contro i "BadNewsBear". Altri grandi caduti al primo turno sono stati gli eUnited, che ha perso 3-1 contro "DYING BREED"; i CompLexity Gaming che hanno perso 3-0 contro Enigma6 e gli UNILAD, che hanno dovuto concedere il 3-0 contro gli "OrglessBandit".

In effetti i Luminosity Gaming sono stati gli unici a superare i quarti di finale ma, ad attenderli, c'era un piccolo ma agguerrito team in stato di grazia: gli Enigma6. Il gran finale si è concluso con un parziale di 3 a 1 in favore degli Enigma6.

Ci sono state alcune speculazioni sul fatto che i team della CWL Pro League probabilmente non abbiano dato il massimo, poiché sono tutti concentrati sulla competizione principale da 700.000 Dollari. Ad ogni modo, resta il fatto che alcuni dei più grandi team pro si sono fatti stracciare da giocatori che non fanno parte della Pro League.

Quanto è interessante?
4