COD

COD Vanguard: il multiplayer è inaccessibile ai cheater bannati da Warzone

COD Vanguard: il multiplayer è inaccessibile ai cheater bannati da Warzone
di

La guerra ai cheater di COD Warzone si estende ai campi di battaglia digitali di COD Vanguard. Stando a un numero crescente di segnalazioni provenienti dalla rete, l'accesso ai server della Beta di Call of Duty Vanguard sembrerebbe essere precluso a tutti gli utenti bannati da COD Warzone.

Come confermato anche dalle testimonianze raccolte dalla redazione di CharlieIntel, i giocatori scoperti a imbrogliare nella dimensione battle royale di Call of Duty Warzone e raggiunti da un ban non possono utilizzare il medesimo account per accedere ai server di COD Vanguard.

La sanzione comminata da Activision sembrerebbe essere ancora più grave per chi è stato raggiunto da un cosiddetto "Hardware Ban" associato all'ID della propria piattaforma d'elezione: in questo caso, per i cheater scoperti da Raven Software l'accesso alle partite multiplayer di COD Vanguard viene precluso a prescindere dal cambio di account.

Nel momento in cui scriviamo, sia Activision che gli sviluppatori di Sledgehammer e Raven Software non hanno ancora confermato o smentito tale intervento. In funzione dell'impegno del colosso videoludico statunitense nella lotta agli imbroglioni con il potenziamento dei sistemi anti-cheat dei titoli legati alla serie di Call of Duty, è però difficile ipotizzare un allentamento delle restrizioni e l'arrivo di una improbabile "grazia" per i cheater bannati da Warzone in coincidenza dell'uscita di COD Vanguard, che ricordiamo essere prevista per il 5 novembre su PC e console.

Prima di lasciarvi ai commenti, vi ricordiamo che sulle pagine di Everyeye.it trovate il nostro approfondimento con le nostre impressioni su COD Vanguard e la Beta multiplayer.

Quanto è interessante?
2