COD

COD Vanguard ha venduto poco? Colpa del setting e della poca innovazione, per Activision

COD Vanguard ha venduto poco? Colpa del setting e della poca innovazione, per Activision
di

In un passaggio ripreso dall'ultimo report finanziario di Activision Blizzard, gli alti dirigenti del colosso americano indicano le cause dei mancati obiettivi commerciali raggiunti da COD Vanguard e, quindi, del grosso calo nei guadagni di Call of Duty segnalato agli azionisti e agli investitori.

Pur essendo stato uno dei videogiochi più venduti dello scorso anno, Call of Duty Vanguard non ha saputo rispettare gli obiettivi fissati da Activision e contribuito a generare una contrazione nei ricavi complessivi del publisher statunitense, attestatosi a circa 300 milioni di dollari rispetto alle stime fissate dall'azienda.

Nel report si sottolinea appunto che "sebbene Call of Duty rimanga uno dei franchise videoludici di maggior successo di tutti i tempi, la nostra versione 'premium' di COD del 2021 (in riferimento a COD Vanguard, ndr) non ha soddisfatto le nostre aspettative. Crediamo che ciò sia avvenuto principalmente a causa della nostra stessa esecuzione del progetto. L'ambientazione del gioco, la Seconda Guerra Mondiale, non è stata accolta con favore da alcuni membri della nostra community".

Il mea culpa di Activision prosegue e, nel report, si rimarca che "non abbiamo fornito ai giocatori tutte le innovazioni che avremmo voluto inserire in un COD premium". Riprendendo queste dichiarazioni, la redazione di Kotaku sottolinea come Activision, logicamente, preferisca non entrare nel merito delle criticità segnalate dagli appassionati di lungo corso della serie di Call of Duty, come nella longevità della campagna principale, nell'insufficiente lavoro svolto sulla modalità Zombi e sui ritardi accumulati dei contenuti stagionali del comparto multiplayer.

FONTE: Kotaku
Quanto è interessante?
2