di

Sembra che Call of Duty Warzone sia un titolo tanto popolare quanto afflitto da problematiche di natura tecnica. Il celeberrimo Battle Royale sta tornando in questi giorni ad essere colpito da alcuni glitch che i giocatori più esperti non faticheranno, con un certo dispiacere, a riconoscere al volo.

Dopo avervi parlato del ritorno del glitch dell'invisibilità, per cui alcuni giocatori sono in grado di muoversi per la mappa senza essere avvistati, ecco che ritorna sulle scene anche l'utilizzo infinito dell'antidolorifico. Si tratta di un errore tecnico per cui è possibile immergersi all'interno del gas di Verdansk e continuare a ripristinare in maniera ostinata i propri punti vita. Questo, inutile dirlo, va a falsare la partita, con gli altri soldati che sono giocoforza costretti a perire all'interno della nube letale.

Altre polemiche, intanto, si sollevano nei riguardi del progetto arma "Galanteria", una variante del Mac-10 che risulta essere sensibilmente più forte della controparte standard della mitraglietta, già considerata tra le più efficienti nel suo campo. A quanto pare, questa versione dell'arma, oltre ad avere meno rinculo, può vantare un danno, sia al corpo che alla testa, sensibilmente più forte. Per quanto possa trattarsi semplicemente di una svista degli sviluppatori dopo il nerf di Mac-10 e DMR 14, molti hanno accusato Activision e Raven Software di aver reso in questo modo il gioco pay-to-win, dal momento che i progetti arma sono acquistabili (anche) con denaro reale.
Non ci resta che attendere che gli sviluppatori riescano a mettere una toppa a questi problemi nel più breve tempo possibile.

Quanto è interessante?
1