Com'è lavorare con Shigeru Miyamoto? Ce lo raccontano i veterani di Nintendo

Com'è lavorare con Shigeru Miyamoto? Ce lo raccontano i veterani di Nintendo
di

Shigeru Miyamoto è indiscutibilmente uno degli sviluppatori più importanti dell'industria videoludica: grazie alla geniale mente dell'autore nipponico, sono nate iconiche leggende che hanno fatto la storia di Nintendo, tra cui Mario, Donkey Kong e Zelda.

Dopo svariati anni di militanza in prima linea, Miyamoto ha visto cambiare il proprio ruolo all'interno della compagnia, essendo ora delegato più a compiti di supervisione che di sviluppo diretto e intensivo. Come sarà quindi lavorare affianco ad una delle influenze più importanti dell'industria videoludica? Ce ne hanno parlato due dei membri che da più tempo lavorano per la grande N, Shinya Takahashi e Hisashi Nogami, nel corso di una recente intervista concessa al quotidiano britannico The Guardian:

"Non è coinvolto nei dettagli più tecnici dello sviluppo, ma supervisiona progetti interi e individua i problemi principali: "Questa parte è sbagliata, questa anche, e ANCHE questa", ha dichiarato in maniera scherzosa Takahashi. "Raramente fa commenti positivi, e quando lo fa vuol dire che è sincero. In realtà è una persona timida: anche quando pensa che qualcosa è stato fatto bene, non lo direbbe così facilmente".

Sicuramente una grande fonte di ispirazione, ma Miyamoto rappresenta anche una costante sfida da affrontare per gli sviluppatori di Nintendo in "disperata" ricerca di approvazione da parte del maestro:

"Non ho mai ricevuto un complimento da Miyamoto", ha sommessamente confessato Nogami.

"Forse non te l'ha semplicemente mai detto apertamente, ma magari è molto soddisfatto di te", ha replicato ironicamente Takahashi.

Quanto è interessante?
13