di

Dopo aver fatto sembrare il DOOM del 2016 un gioco nextgen, lo sviluppatore amatoriale italiano conosciuto come MassiHancer ci mostra in video come gira Resident Evil 2 Remake con le mod che simulano il Ray Tracing.

L'autore di questo nuovo progetto si è servito dei tool di ReShade e della versione Beta del programma RT Shader elaborato da Pascal Gilcher, il creatore degli stessi strumenti ReShade che tante gioie stanno dando ai modder di mezzo mondo.

Attingendo a piene mani dalla potenza computazionale garantitagli da una scheda grafica NVIDIA GeForce RTX 2080 Ti, MassiHancer ha combinato RT Shader e gli effetti cinematografici con tonemap sull'illuminazione per simulare, nei limiti del possibile, il Ray Tracing in tempo reale.

Il trattamento tecnologico dello sviluppatore italiano promette di migliorare le ombre e i colori del capolavoro horror di Capcom, il tutto per attualizzarne la grafica e dare ulteriore profondità alle ambientazioni di gioco, specie nella rappresentazione a schermo dei volti dei protagonisti. Fateci sapere che cosa ne pensate di questo esperimento e dei risultati ottenuti da MassiHancer, ma prima vi ricordiamo che il prossimo episodio dell'epopea a tinte oscure di Capcom, Resident Evil 3 Remake, è previsto in uscita per il 3 aprile su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Quanto è interessante?
10