Come è nato il controller di Google Stadia? Con 6.000 ore di prove e tanta plastilina!

Come è nato il controller di Google Stadia? Con 6.000 ore di prove e tanta plastilina!
di

Mentre gli appassionati di videogiochi si chiedono quali risvolti potrà mai avere la tecnologia di Latenza Negativa di Google Stadia, la direttrice del design della console in cloud gaming di Google, Isabelle Olsson, ci spiega come è nato il controller di Stadia.

Discutendo dell'argomento con i giornalisti di Popular Science, Olsson ha svelato che il percorso di sviluppo intrapreso per plasmare (letteralmente!) il gamepad di Stadia è stato estremamente lungo e, per certi versi, piuttosto difficoltoso.

A dispetto delle apparenze, la designer di Google risponde alle critiche mosse da chi pensa che il controller di Stadia sia "insolitamente simile" a quello di PS4 e Xbox One dichiarando che il suo team ha "girato circa 6.000 ore di prove di gioco per osservare il comportamento delle persone al pad. Abbiamo realizzato centinaia di prototipi, utilizzando anche la plastilina per scansionare i design e ottenere maggiori informazioni sul feedback restituito dai pulsanti, dai trigger e dagli analogici. Si può imparare davvero molto dalla visione di questi filmati, ma devi anche sapere che cosa stai guardando. Quando qualcuno impugna il controller di Stadia per la prima volta, ad esempio, inizia a ruotarlo tra le mani per studiarne ogni singola curva".

Il lancio di Google Stadia è previsto per il mese di novembre, ma solo per coloro che desiderano abbracciare la nuova "rivoluzione in game streaming" di Big G acquistando la Founder's Edition e la Premiere Edition per accedere alle funzioni di Stadia Pro, come la risoluzione 4K, il framerate di 60fps, l'audio surround 5.1 e la possibilità di ottenere mensilmente dei giochi gratuiti (il primo dei quali sarà Destiny 2 The Collection) e degli sconti esclusivi per l'acquisto dei giochi in catalogo.

Per tutti gli altri, invece, ci sarà da attendere almeno fino ai primi mesi del 2020, con l'accesso a Stadia Base che, tramite abbonamento gratuito, permetterà la fruizione dei giochi in streaming (acquistati singolarmente nel catalogo di Stadia) a 1080p e 60fps.

Quanto è interessante?
8