Coronavirus, fermato un altro giocatore di Pokémon GO: il caso nel Regno Unito

Coronavirus, fermato un altro giocatore di Pokémon GO: il caso nel Regno Unito
di

Come ampiamente noto, l'attuale crisi sanitaria legata al diffondersi di Coronavirus/COVID-19 ha spinto molti Governi ad adottare misure simili a quelle ad oggi in vigore entro i confini del territorio italiano.

Nonostante ciò, alcuni cittadini persistono nella violazione delle regole che impongono la riduzione dei contatti sociali al fine di arginare il diffondersi dell'epidemia. Alcuni utenti si sono rivelati scarsamente ricettivi nei confronti delle nuove norme. A dimostrarlo, un caso segnalato dalla Polizia di Stevenage, località del Regno Unito, che ha voluto condividerlo tramite il proprio account Twitter.

Nello specifico, nell'ambito delle consuete attività di controllo e verifica dell'autorizzazione a spostarsi dalla propria abitazione, un uomo è stato fermato presso lo Stevenage Leisure Park, a bordo del proprio veicolo. Per giustificare la propria presenza in loco, l'uomo ha affermato di essere impegnato nella ricerca di nuovi Pokémon, con cui ampliare il proprio Pokédex. Ovviamente, la motivazione non ha intenerito la polizia di Stevenage, che ha condannato duramente il gesto.

Nel corso degli ultimi giorni anche un giocatore di Pokémon GO ultra settantenne è stato oggetto di fermo presso Madrid. In chiusura è bene ricordare che Niantic Labs ha introdotto diversi espedienti volti a favorire il divertimento tra le mura domestiche, con nuovi bonus giornalieri in-game per Pokémon GO.

FONTE: itv
Quanto è interessante?
1