Crackdown 3: dopo 4 anni, lo sviluppo del gioco potrebbe essere a un punto critico

Crackdown 3: dopo 4 anni, lo sviluppo del gioco potrebbe essere a un punto critico
di

Stando a un recente articolo di Eurogamer.net, lo sviluppo di Crackdown 3 potrebbe trovarsi in una situazione critica. A distanza di quattro anni dall'annuncio del gioco, e dopo diversi rinvii, il progetto sta attraversando una fase molto delicata.

Stando a quanto appreso da Wesley Yin-Poole, l'autore dell'articolo, gli sviluppatori di Crackdown 3 si sarebbero scontrati con una serie di difficoltà tecniche che avrebbero provocato lo slittamento della data di uscita. I rinvii sono stati diversi, al punto da far sospettare la cancellazione del gioco, sintomo di uno stato di salute del progetto non proprio esaltante.

Come sottolinea l'articolista di Eurogamer.net, alla lavorazione di Crackdown 3 hanno partecipato numerosi sviluppatori, incontrando però diverse difficoltà con l'implementazione di alcune feature del gioco, in particolare per quanto riguarda il multiplayer e la distruttibilità degli ambienti gestita tramite il cloud.

L'ultimo rinvio di Crackdown 3, con data di uscita fissata adesso per febbraio 2019 su Xbox One e PC, viene vista come l'ultima possibilità per sfornare il gioco entro i tempi stabiliti, cercando di superare le varie difficoltà incontrate durante lo sviluppo. La speranza, naturalmente, è che Sumo Digital riesca a portare a termine il lavoro nel miglior modo possibile, anche senza l'aiuto di Reagent Games, il team originale che da diverse settimane non è più coinvolto nel progetto.

Quanto è interessante?
9