Crucible è morto, Amazon ne ha cancellato lo sviluppo: focus su New World

Crucible è morto, Amazon ne ha cancellato lo sviluppo: focus su New World
di

Nonostante l'impegno profuso, Crucible - sparautto multiplayer free-to-play - non è mai riuscito a catturare il cuore dei videogiocatori. Per uesto motivo, Amazon Game Studios ha deciso di cancellarne lo sviluppo in maniera definitiva.

"Interromperemo lo sviluppo di Crucible", si legge nell'ultimo intervento apparso sul blog ufficiale. "Ultimamente non abbiamo visto un futuro sano e sostenibile per Crucible. Trasferiremo i membri del nostro team affinché possano concentrarsi su New World e gli altri progetti in arrivo di Amazon Games".

Sono anni che Amazon tenta di sfondare nel mondo videoludico in qualità di publisher e sviluppatore, ma i numerosi tentativo non hanno ancora portato al tanto agognato successo. L'interruzione della produzione di Crucible rappresenta un'altra battuta d'arresto per la divisione gaming del colosso di Jeff Bezos. L'ultimo gioco era stato cancellato nel 2018: in quel caso si trattava di Breakaway, un browler mosso dal motore grafico proprietario Lumberyard.

Crucible è stato lanciato nel maggio di quest'anno, ma dopo un solo mese Amazon ha deciso di fare un passo indietro e rimetterlo in Beta. La mossa, evidentemente, non ha dato i risultati sperati. La compagnia ha promesso di rimborsare tutti gli acquisti fatti dai giocatori. I server e le partite personalizzate chiuderanno definitivamente alle ore 21:00 di lunedì 9 novembre, dopo un ultimo playtest e una celebrazione da parte della community.

Ci auguriamo che la compagnia abbia maggior successo con Amazon Luna, servizio di gaming in streaming che va a sfidare sul loro campo Google Stadia e Microsoft xCloud.

Quanto è interessante?
6