Crytek denuncia gli sviluppatori di Star Citizen per violazione di copyright

di

Brutta tegola per Cloud Imperium Games, il team responsabile di Star Citizen: la compagnia ha citato il team di sviluppo in tribunale per violazione di copyright e degli accordi contrattuali.

Nello specifico, Crytek fa sapere di aver concesso la licenza d'uso del motore a CIG a prezzo favorevole, in cambio gli sviluppatori di Star Citizen avrebbero dovuto apporre il logo della compagnia tedesca nelle schermate iniziali del gioco e nel materiale promozionale.

Il gioco ora ora con l'engine Lumberyard di proprietà di Amazon, tuttavia Cryte insiste sul fatto che "Chris Roberts, co-fondatore di Cloud Imperium Games, ha cercato di minimizzare il contributo di Crytek nello sviluppoi di Star Citizen, affermando che il motore si chiama ora Star Engine e non CryEngine, e questo almeno dal settembre 2016..."

Cloud Impermium Games ha effettivamente rimosso il logo di Crytek dal gioco e dal materiale pubblicitario, violando quindi gli accordi contrattuali. Problemi anche per lo sviluppo di Squadron 42, la quale sarà disponibile separatamente rispetto a Star Citizen, l'accusa della compagnia tedesca verte sul fatto che Roberts e i suoi soci abbiano acquisito i diritti unicamente per lo sfruttamente del motore in Star Citizen e non per altri progetti.

Crytek chiede adesso un risarcimento pari a 75.000 dollari per danni di immagine e violazione di copyright. Il legale di CIG ha così risposto "siamo a conoscenza della denuncia di Crytek, tuttavia CIG non sfrutta il CryEngine da molto tempo, ci muoveremo per far valore i nostri diritti e recuperare tutti i costi legali sostenuti."

FONTE: PCGamer
Quanto è interessante?
5