Cyberpunk 2077: CD Projekt ha preso provvedimenti dopo il furto di asset dell'anno scorso

di

Durante la riunione con gli investitori svoltasi l'8 maggio, il presidente di CD Projekt RED Adam Kiciński ha avuto modo di parlare del furto di un numero non specificato di asset di Cyberpunk 2077 avvenuto l'anno scorso, per i quali fu persino chiesto un riscatto.

Kiciński ha confermato che dopo l'accaduto la società si è adoperata e ha agito nei confronti dei malintenzionati. Il CEO non ha parlato nel dettaglio nelle azioni che sono state intraprese, ma ci ha tenuto a specificare che CD Projekt RED tiene molto alla sicurezza e continuerà a fare tutto ciò che è in suo potere per combattere i malintenzionati. A tal proposito, nel giugno del 2017 la compagnia dichiarò fermamente che non avrebbe mai esaudito le richieste dei ladri. Il loro atteggiamento e le azioni intraprese, a quanto pare, hanno avuto i loro frutti, poiché da allora non è trapelata nessuna informazione degna di rilevanza. Tutt'altro, Cyberpunk 2077 è ancora avvolto nel mistero, e la comunità attende con impazienza l'E3 2018 nella speranza di vederlo finalmente in azione.

Successivamente, il CFO Piotr Nielubowicz ha dichiarato che nel 2017 la compagnia ha speso ben 77 milioni di zloty (poco più di 18 milioni di euro) nello sviluppo di videogiochi e nuove tecnologie. Si tratta di un investimento superiore di un terzo rispetto a quello compiuto nel 2016, convogliato principalmente nello sviluppo di Cyberpunk 2077.

Quanto è interessante?
16