di

Nell'ultimo video pubblicato da Digital Foundry, i tecnici britannici hanno presentato un interessante esperimento con Cyberpunk 2077, facendo girare il gioco di CD Projekt RED su un PC basato sulla stessa "vecchia" CPU di Xbox One.

Per riuscire nell'impresa Richard Leadbetter ha utilizzato un Aero Box, uno strano PC preassemblato disponibile sul mercato orientale equipaggiato, stranamente, proprio con una CPU targata AMD che riprende in tutto e per tutto il design della CPU "Jaguar" montata su Xbox One. Ovviamente il test ha richiesto qualche accorgimento e un certo livello di adattamento per fornire un rendimento simile tra le due piattaforme. Una volta effettuate queste modifiche sulla scheda madre originale il tecnico di Digital Foundry è riuscito ad installare Windows e persino qualche gioco, con risultati che ci dicono molto sulle difficoltà di sviluppo che gli sviluppatori hanno affrontato nell'ormai passata generazione di console.

Tenendo a mente che Xbox One X può contare su una migliore ottimizzazione del sistema operativo e di un accesso diretto alla memoria, ma con il limite di utilizzo di soli 6.5 core mentre il rispettivo PC pur avendo tutti gli 8 core a disposizione soffre della mancata ottimizzazione e di un accesso limitato alla memoria, i risultati sono a tratti sorprendenti. Sebbene Xbox One X riesca ad offrire performance migliori e più stabili, il particolare PC tiene il passo perdendo terreno solo in determinate situazioni. Questo potrebbe dimostrare, ancora una volta, che il vero punto debole di Cyberpunk 2077 non sia nell'engine in se ma piuttosto nella gestione dello streaming dati e dell'I/O.

Il video mostra anche alcuni test effettuati su DOOM Eternal: L'FPS gira sorprendentemente bene anche sulla vecchia CPU "Jaguar" e svela l'ottimo lavoro di ottimizzazione svolto dagli sviluppatori.

Quanto è interessante?
5