di

Mentre i suoi sviluppatori continuano a lavorare al perfezionamento del gioco e per guadagnarsi un biglietto di ritorno sul PlayStation Store, CD Projekt RED ha orgogliosamente annunciato che Cyberpunk 2077 ha venduto più di 13,7 milioni di copie nel 2020, ossia in appena tre settimane di (turbolenta) commercializzazione.

I primi dati di vendita di Cyberpunk 2077 erano stati condivisi lo scorso 20 dicembre (ad appena dieci giorni dal lancio avvenuto il 10 dicembre) e parlavano di ben 13 milioni di copie, di cui almeno 8 milioni piazzate grazie ai preordini. Ciò significa che le rimanenti 700 mila unità sono state vendute negli ultimi undici giorni dello scorso anno, periodo nel quale Cybeprunk 2077 risultava già essere assente dal PlayStation Store. I dati condivisi da CD Projekt RED fanno riferimento alle copie effettivamente vendute ai videogiocatori, e sono basate su stime effettuate dalla compagnia sulla base delle informazioni ricevute dai distributori.

L'analista Daniel Ahmad ci ha inoltre fornito degli interessanti dati sulla ripartizione delle vendite, svelandoci che delle 13,7 milioni di unità vendute:

  • il 56% (7,67 milione di copie) è stato acquistato su PC;
  • il 28% (3,84 milioni di copie) è stato acquistato su PS4;
  • il 17% (2,33 milioni di copie) è stato acquistato su Xbox One.

Ci è stato inoltre riferito che il franchise di The Witcher ha superato quota 50 milioni di unità vendute (30 milioni solo da The Witcher 3), e che le versioni next-gen di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3 sono attese nella seconda metà del 2021.

Proseguono, intanto, i lavori di perfezionamento per Cyberpunk 2077, che nelle ultime settimane hanno portato alla pubblicazione della grande patch 1.2, e del più piccolo, ma egualmente importante, Hotfix 1.21 di Cyberpunk 2077.

Quanto è interessante?
8